Il periodo di transizione

Alla data odierna secondo la legislazione italiana i biocidi delle seguenti categorie: disinfettanti, insettorepellenti, insetticidi, topicidi e ratticidi ad uso domestico e civile, vengono ancora registrati come “presidi medici chirurgici”, in riferimento alle normative italiane ancora vigenti (D.P.R. 128/86 e 392/98), e non secondo quanto previsto dal Regolamento biocidi; poichè le sostanze attive presenti in queste categorie non hanno ancora concluso il programma di revisione europeo previsto dal regolamento.

Per l’ottenimento dell’autorizzazione alla produzione e commercializzazione di un presidio medico chirurgico vengono   quindi ancor oggi applicate le Linee Guida pubblicate come allegato al Provvedimento del  Ministero della Sanità del 5 febbraio 1999.

A tutti oggi sul mercato nazionale risultano registrati come presidi medico – chirurgici circa 20.000 prodotti, ovviamente non tutti materialmente presenti sul mercato.

Per l’ottenimento dell’autorizzazione alla produzione e commercializzazione di un presidio medico chirurgico le Linee Guida pubblicate come allegato al Provvedimento del Ministero della Sanità del 5 febbraio 1999, prevedono una documentazione richiesta per la registrazione che è solo in minima parte analoga a quella richiesta per un biocida.

Quindi fino alla completa attuazione del programma di revisione dei principi attivi presenti sul mercato, è prevedibile un periodo di transizione nel quale coesisteranno contemporaneamente  prodotti normati dalla legislazione nazionale e prodotti normati da quella europea.

Commenti chiusi